Info H.E.R.O.es

Fan base:un migliaio circa.
Nazionalità:italiana.
Membri Attuali
  • Calibro
  • Yokai
  • Uomo Alcolico
Ex-Membri:

-

Data di fondazione:12 febbraio 2014
Segni Particolari:
  • Le mani di Calibro sono coperte da piastre metalliche, che le fanno quasi sembrare meccaniche. Si pensa che possa essere una mutazione collaterale sviluppata dall'H.E.R.O. all'ottenimento dei suoi poteri;
  • la pelle dell'Uomo Alcolico e rovinata e distorta, secondo alcuni addirittura zombesca. Inoltre Alcolico indossa, sopra alla sua tuta bianca omniplast, anche una giacca, stivali e, fuori dal combattimento, guanti di pelle nera. Si pensa che questi indumenti servano a limitare il rischio in entrare involontariamente in contatto con qualcuno, somministrando allo sventurato gli effetti del suo "superalcolico";
  • Yokai indossa, oltre alla tuta scura di omniplast, anche una parrucca viola sopra alla maschera, si pensa per mere ragioni estetiche. Inoltre Yokai è dotata di un sorprendente equipaggiamento, incluse diverse armi orientali e perfino una tavola A-field.

Poteri

  • Calibro è un H.E.R.O. di tipo genetico. Il suo corpo è in grado di trasformarsi in svariate armi da fuoco, solitamente pistole;
  • l'Uomo Alcolico è un H.E.R.O. di tipo divino. Il suo organismo è in grado di secernere una sostanza simile all'alcool, ma molto più potente e che ha un effetto immediato al semplice contatto con la pelle, dando la sensazione di una forte ebbrezza. Sembra che il potere dell'Uomo Alcolico sia correlato alle grandi dosi di alcool consumate dall'H.E.R.O.;
  • Yokai è un H.E.R.O. di tipo magico. Sembra essere in grado di alterare l'età delle persone che tocca. Molti testimoni affermano che, quando colpisce un criminale con un colpo in corpo-a-corpo, questi sembri cominciare ad invecchiare.

Immagini

L'uomo Alcolico in una foto del 13/02/2014.

Sempre l'Uomo Alcolico, dopo una delle sue famose bevute. Notare la mancanza dei guanti e pantaloni di pelle nera.

Calibro stringe la mano a Captain Amazing, 22/03/2014.

Calibro allontana gli Eroi Amatoriali da Milano, 8/04/2014.

Una delle poche immagini di Yokai.

Un singolo frame dalla ripresa di una telecamera, prima che Calibro attirasse l'attenzione dei media e Yokai sparisse senza lasciar traccia. Il frame mostra la figura sfocata di Yokai, ma dal fisico molto più piccolo e gracile.

Calibro affronta il Dr Chimera, 21/06/2016

stemma valoroso pic

Lo stemma ufficiale dei Valorosi.

I Valorosi sono un gruppo di supereroi milanesi. Il team è stato reso pubblico in un’intervista il 12 febbraio e ha giurato di proteggere la città e i suoi abitanti, dichiarando guerra al crimine e alla corruzione.

Il gruppo è formato da tre H.E.R.O.es:

  • Calibro, un eroe dai poteri genetici, capace di trasformare il suo corpo in varie armi da fuoco, solitamente pistole. E il membro della squadra che, più di tutti, interagisce con i media, partecipando a molte interviste e parlando spesso dei suoi ideali sui diritti dei lavoratori;
  • Yokai, un eroina dotata di strabilianti doti nelle tecniche shinobi e, almeno apparentemente, del potere magico di alterare l’età delle persone;
  • l’Uomo Alcolico è un uomo dalla pelle rovinata e distorta, con la passione per le feste e capace di produrre dal proprio corpo un potente superalcolico. E’ diventato una star tra i giovani e gli amanti della movida milanese.

Il gruppo dei Valorosi è un gruppo molto controverso: nonostante la loro buona fede e i loro sforzi per proteggere i cittadini e ridurre le morti (anche fra i loro nemici criminali) al minimo, molte persone hanno paura di loro, soprattutto a causa dei loro poteri, tutti capaci di essere estremamente pericolosi se usati nel modo sbagliato e dal potenziale ancora sconosciuto. Oltre a questo, non mancano le controversie legate all’educazione. Molti genitori, infatti, ritengono che il potere armigeno dell’eroe Calibro e il comportamento sconsiderato dell’Uomo Alcolico siano un cattivo esempio da seguire per i giovani e che gli H.E.R.O.es rischierebbero, in realtà, di spingere i ragazzi a imitare i loro modi di fare pericolosi. C’è anche chi sostiene che, in realtà, Calibro sia pagato dai produttori di armi per dare ai loro prodotti una buona impressione attraverso la figura di un supereroe. Nonostante queste accuse, tuttavia, il gruppo ha continuato a proteggere la città e i suoi abitanti, decisi a mostrare la loro buona fede ai cittadini di Milano.

Avvistamenti

  • 30 gennaio 2014: intorno alla mezzanotte, davanti alla Chiesa di S.Maria Assunta, si sentono degli spari e diversi rumori confusi. Gli agenti di polizia giunti sul posto trovano Gabriel Ghibellini, frate e missionario ospitato nella chiesa, con pesanti ustioni su tutto il corpo. Sul posto ci sono anche Ishmael Bilal, fattorino di origini pakistane, e Ashiba Iko, imprenditrice e residente davanti alla chiesa. Ishmael Bilal dirà alle autorità di essere lì per caso e di aver prestato i primi soccorsi al frate. L'anziana signora Ashiba, invece, affermerà di aver visto una figura indistinta agitarsi e illuminarsi di spari provenienti dalla sua stessa mano, che continuava a cambiare forma. Una volta ricoverato in ospedale e ripresa coscienza, fratello Gabriel accuserà un gruppo di criminali locali di averlo aggredito in chiesa e di avergli dato fuoco, come punizione per aver opposto resistenza ad un loro precedente tentativo di rubare le offerte.
  • 31 gennaio 2014: durante la notte, alcuni testimoni oculari filmano una figura femminile fare pericolose acrobazie di parkour lungo le strade e tetti di Milano. Nessuno dei presenti vede chiaramente il volto della donna, rendendone impossibile l'identificazione.
  • 1 febbraio 2014:
    •  due uomini si presentano in ospedale dopo un pesante pestaggio. Ammetteranno, davanti alla polizia, di aver tentato di rapinare un uomo coperto da un impermeabile che, dopo qualche parola sul signore e aver bevuto qualcosa da una borraccia, si è lanciato su di loro armato con un tubo di metallo, urlando, ridendo e bestemmiando.
    • la stessa donna viene vista di nuovo attraversare Milano facendo parkour. Stavolta indossa una maschera di omniplast a coprirle il volto.
  • 2 febbraio 2014:
    • durante la sua terza comparsa, la donna interverrà in un tentativo di rapina, disarmando l'aggressore e facendogli perdere conoscenza, per poi scomparire all'arrivo della polizia.
    • iniziano a girare voci, fra bar e discoteche, di un uomo dalla pelle deturpata che gira di locale in locale in cerca di divertimento e di qualcosa da bere. La misteriosa figura, soprannominata "l'Uomo Alcolico", a causa del suo amore per il bere, viene considerata solo una piccola leggenda metropolitana.
  • 5 febbraio 2014:
    • alle 3:00 di mattina circa, la misteriosa donna viene vista davanti alla Chiesa di S. Maria Assunta, dove viene fermata da un uomo coperto da una tuta omniplast e con una mano metallica. Un abitante del posto e unico testimone ha affermato che, seppur troppo lontano per sentire la conversazione, che i due H.E.R.O.es fossero sul punto di combattere. Tuttavia, l'arrivo di un gruppetto di criminali locali, appartenenti allo stesso gruppo di quelli denunciati da frate Gabriel, sembrò spingerli a unire le forze per sconfiggere i delinquenti, che avevano intenzione di saccheggiare e vandalizzare la chiesa. Il testimone afferma di aver visto i vandali "raggrinzire", per pochi secondi, dopo essere stati colpiti dalla vigilante, per poi tornare normali. I tre criminali, presi dalla polizia, confermeranno la testimonianza, affermando di essersi sentiti esausti e fragili mentre combattevano la donna. Questo sarà il primo caso registrato dei poteri di yokai.
    • Interrogata dalla polizia dopo l'alba dello stesso giorno, la signora Ashiba Iko risponderà, come molti altri, di stare dormendo durante gli eventi della notte scorsa, aggiungendo però come gli H.E.R.O.es gli riportino alla mente le vecchie favole degli yokai giapponesi. Si pensa che questa affermazione, finita sui notiziari, abbia dato alla vigilante lo spunto per il suo futuro pseudonimo.
    • durante la notte la polizia trova, in seguito a una telefonata anonima, tre uomini con molte fratture e ferite, due con il bacino fratturato in più punti, sul retro di un locale. Assieme a loro vi è un cartello improvvisato con scritto "stupratori". La ragazza vittima della tentata aggressione da parte dei tre uomini, rintracciata dalla polizia, affermerà che l'Uomo Alcolico esiste e che l'ha salvata.
  • 9 febbraio 2014: un vigilante dalla mano metallica sventa un tentativo di rapina a mano armata. Alle domande dei presenti, l'H.E.R.O. si presenta con il nome di Calibro, dichiarandosi protettore di Milano, dei suoi cittadini e dei diritti di ogni persona.
  • 11 febbraio 2014: per la prima volta, dopo diverse apparizioni, i tre H.E.R.O.es appaiono tutti assieme.
  • 12 febbraio 2014: in un intervista, Calibro rende noto il nome del team.
  • 16 febbraio 2014: Calibro rivela e, con l'aiuto della polizia, sventa un grosso traffico di armi ed esplosivi diretti a New York dove, secondo le prove fornite dall'H.E.R.O., sarebbero state usate per compiere una lunga serie di attacchi terroristici. Nonostante l'assistenza di vitale importanza, al vigilante non viene dato nessun riconoscimento ufficiale, riscuotendo però molte simpatie nell'internet.
  • 20 marzo 2014: l'Uomo Alcolico e Yokai catturano un corriere con un grosso carico di connettore z, destinato alla vendita illegale per tutta Milano. La polizia ricondurrà questo crimine alla famiglia malavitosa dei Cocciarossa.
  • 22 marzo 2014: i Valorosi, durante un'intervista, ricevono la visita di Captain Amazing, leader degli Amazing Men of America. Il capitano si congratula con il gruppo nascente e, a nome degli USA, ringrazia Calibro per aver contribuito alla lotta contro il terrorismo negli Stati Uniti. I due si stringono la mano davanti alle telecamere, facendo conoscere i Valorosi al mondo.
  • 8 aprile 2014: i Valorosi  collaborano con gli Eroi Amatoriali, un gruppo di vigilanti originari di Roma, per fermare l'attacco di un criminale H.E.R.O.. Nonostante il rapporto cordiale instaurato tra i due gruppi, Calibro inviterà gli eroi della città eterna a lasciare Milano il prima possibile, considerando i metodi del gruppo romano eccessivamente violenti e una potenziale minaccia per la sicurezza dei cittadini.
  • 13 aprile 2014: Durante un'intervista in seguito ad un intervento dei Valorosi, Yokai dimostra segni di malessere e fugge improvvisamente dalla scena senza lasciare alcuna traccia. Ogni tentativo da parte delle telecamere di cercarla viene rapidamente fermato da Calibro, che riprende l'intervista da solo. Tuttavia, in uno dei filmati è visibile un singolo frame, che mostra la figura sfocata di quella che sembra essere una Yokai di statura più bassa e di corporatura più gracile. Ogni menzione della cosa ai Valorosi riceve un "No comment" da Yokai, mentre Calibro, da sempre portavoce del gruppo, afferma che si tratti di una delle tante immagini truccate fatte da qualche, citando testualmente, "cacciatore di Big-Foot" per attirare l'attenzione e causare scandalo.
  • 30 giugno 2015:
    • Calibro incontra il "Barbù", un misterioso ed eccentrico H.E.R.O. bresciano. I due si affrontano in combattimento, ma vengono fermati dall'Uomo Alcolico, dando inizio a una lunga discussione fra i tre.
    • più tardi, passata la mezzanotte, l'Uomo Alcolico e il Barbù vengono visti barcollare e cantare in giro per la città, palesemente ubriachi.
  • 2 luglio 2015: Calibro, l'Uomo Alcolico e il Barbù fanno irruzione in un'abitazione, rivelando al suo interno un grosso traffico di droga legato alla famiglia dei Cocciarossa.
  • 21 giugno 2016: durante le sue indagini, in seguito alla sparizione inspiegata di numerosi animali, Calibro cade in un'imboscata del Dr Chimera, criminale genetico di fama internazionale. L'eroe riuscirà a salvarsi solo grazie all'aiuto dei suoi compagni Valorosi, che riusciranno, seppur con difficoltà, a mettere in fuga Chimera. In un'intervista seguente, Calibro descriverà Chimera come "uno dei più pericolosi individui che abbia mai affrontato".
  • 26 febbraio 2018: Calibro interviene per trattare con l'Uomo Atomico, durante un tentativo di quest'ultimo di derubare un negozio locale. Dopo un lungo discorso sul bene e il male da parte del vigilante, il criminale viene colpito in testa e soffocato fino allo svenimento da Yokai. L'Uomo Atomico sfuggirà alle forze dell'ordine dopo appena 2 ore.

Commenti


Devi essere loggato per poter lasciare un commento

Omaggio a #URBANHEROES realizzato da Alessia Ricci

V. 1.0.9