Info H.E.R.O.es

Fan base: Non stabilita, Raffaele condivide parte della fanbase degli Eroi Amatoriali, ma i continui dubbi sulla stabilità e pericolosità dell'H.E.R.O. hanno ridotto drasticamente la sua popolarità
Nazionalità: Italiana
Nome: Raffaele (cognome sconosciuto)
Età: Circa 30 anni (non confermato)
Altezza: 1.95 metri
Stato attuale:vivo e attivo
Segni Particolari:

Raffaele ha mostrato più e più volte segni di grave instabilità mentale, sembra che presenti segni di disturbo post traumatico da stress, sbalzi d'umore, crisi d'identità e istintivo rigetto delle pietanze a base di carne. Recentemente Raffaele ha iniziato ad esibire segni di un disturbo dissociativo della personalità, suggerendo un'ulteriore peggioramento della sua sanità mentale. Raffaele indossa costantemente un velo di seta bianca attorno alla vita, anche sopra ad altri vestiti. All'attivazione dei suoi poteri, la testa di Raffaele viene adornata da un'aureola luminosa e i suoi occhi si accendono di una luce fiammeggiante.


Poteri

In un ipotetico riferimento all'omonimo arcangelo della salute, il corpo di Raffaele rasenta la perfezione, dotandolo di una forza incredibile e rapidità inumana congiunta ad un'immunità a malattie e infezioni. L'H.E.R.O. è anche in grado di volare e corazzare i propri organi vitali, ma attingere a questi poteri sembra consumare la sua forza fisica.

Le più impressionanti dimostrazioni dei poteri di Raffaele fino ad ora sono:

  • 29 agosto 2017: In un video-leak diffuso su Herotube si vede Raffaele sfondare una porta blindata a mani nude, aprendola dopo tre pugni senza riportare alcun danno;
  • 6 ottobre 2017: Vari avvistamenti riferiscono di aver visto Raffaele superare macchine in corsa volando;

Queste testimonianze vanno in contrasto con i rapporti dei suoi primissimi avvistamenti e interventi, che riferivano che Raffaele non potesse superare i 12 Km/h, che i suoi pugni nudi fossero tremendamente pericolosi (ma non letali) e che la sua pelle fosse resistente, ma non a prova di proiettile. Questo ha spinto gli esperti a teorizzare che i poteri di Raffaele si starebbero evolvendo in maniera analoga a quella di altri superumani, esprimendo grande preoccupazione nel vedere un individuo tanto instabile divenire ancora più pericoloso.


Immagini

Raffaele indossa spesso abiti civili anche durante i suoi interventi, ed è spesso stato fotografato con indosso magliette dedicate a figure della cultura pop e gruppi musicali metal;

è ormai risaputo che Raffaele sembra prediligere il combattimento a mani nude o con tirapugni, se questo sia a causa di mancanza di denaro per l'acquisto di equipaggiamento, di una specifica competenza nelle arti marziali o di personale preferenza è ancora incerto;

Raffaele in uno dei suoi ultimi avvistamenti, in una brevissima apparizione in una telecamera in una pista privata di un aeroporto Londinese.

Ancora non è stato accertato il motivo per cui lo scontro tra Praefectus e Raffaele del 6 ottobre del 2017 sia stato così titubante. Stando a fonti ufficiali, Praefectus non si sarebbe espresso sulla questione, sebbene le teorie abbondino sui social. Che il criminale stesse tendendo una trappola all'eroe italiano o che forse avesse delle buone ragioni per il suo comportamento, per ora non ci è dato saperlo.

L’antieroe di Roma, Raffaele è uno dei membri più dubbi del neonato gruppo degli Eroi Amatoriali.

Avvistato per la prima volta mentre lasciava in volo le catacombe di Priscilla coperto solo con un gonnellino di seta alla vita, le origini di questo vigilante sono completamente sconosciute, e nonostante l’enorme mole e il fatto che agisca senza alcuna maschera nessuno finora è riuscito ad verificarne l’identità.

 

Non c’è niente su di lui, nessun registro contiene dati che lo riguardino, persino i programmi di riconoscimento facciale non hanno trovato niente di affidabile, e i programmi per il riconoscimento della voce hanno riscontri impossibili, alcuni pensano che ci sia il compagno Carbanak dietro a questa mancanza di informazioni. Chiunque sia questo Raffaele, ha nascosto la sua identità magnificamente, è come se lui non fosse esistito fino a quella notte, nel 12 febbraio.”

-Dichiarazioni da un informatore anonimo nella polizia che dichiarò di far parte delle indagini sugli eventi del 12 febbraio 2014.

 

La sua seconda apparizione coincide con la sua prima comparsa al seguito degli Eroi Amatoriali, quando il gruppo venne fotografato e ripreso lasciare le sopracitate catacombe. Raffaele in particolare era coperto di sangue, con fori di proiettile lungo gli abiti sudici e un singolo proiettile appiattito contro la fronte, mentre portava in braccio una ragazza emaciata e coperta di seta.

In seguito alla scoperta dell’omicidio multiplo avvenuto nelle catacombe, Raffaele verrà ritenuto il principale responsabile dall’opinione pubblica a causa del suo stato nelle immagini che si diffusero per l’internet, sebbene le forze dell’ordine indicarono l’intero gruppo come responsabile.

 

…E questi se ne sono usciti co’ ‘sta donnina in braccio e tutti coperti di sangue, qualcuno ha chiamato la polizia e quando so’ arrivati han detto a tutti di andar via, io sono rimasto per un po’ però e ricordo che continuavano a portar via sacchi pe’ i morti.”

-Testimonianza di uno dei presenti all’uscita degli eroi amatoriali dalle catacombe di Priscilla, nel 12 febbraio 2014.

 

In seguito, presumibilmente con l’aiuto di Carbanak, Raffaele ha preso possesso del canale Herotube “MaxTV”, precedentemente appartenuto al defunto Massimo Fieretti, rendendolo la sua personale piattaforma per comunicare con i cittadini di Roma. Questa regolare comunicazione ha anche reso evidente la precaria salute mentale di Raffaele, danneggiando ulteriormente la sua immagine pubblica. Dai video caricati Raffaele mostra un’attitudine seria e autoritaria, occasionalmente esplodendo in scatti d’ira rivolti verso la criminalità di Roma. In diversi video l’H.E.R.O. definisce il canale suo e alterna il vero nome con il nome del precedente proprietario del canale Massimo, lasciando interdetti anche i sostenitori degli eroi amatoriali.

 

“Sinceramente è un insulto e una vergogna che nessuno riesca a fare qualcosa per liberare una volta per tutte il canale del mio povero amico Max da questi degenerati. Non solo dobbiamo tutti sopportare la perdita di uno di noi, dobbiamo costantemente essere testimoni dello scempio che questi individui pericolosi operano impunemente. Lo ripeto qui come lo ho ripetuto sui social, se pensate che questi siano supereroi siete dei coglioni: Carbanak è solo un altro criminale senza scrupoli, e Raffaele è un folle psicotico che sta insultando la memoria di un mio caro amico, è veramente triste vedere i giornali definire questa gente degli “Eroi”, quando sono poco più di terroristi!”

-L’herotuber “Nimbus92” nel video “Vlog – Mi levo un peso, MaxTV e la follia di oggi”.

 

Sebbene L’H.E.R.O. in sé non si sia mai espresso al riguardo, una popolare teoria afferma che Raffaele non sarebbe il vero nome del vigilante, e che invece sarebbe un riferimento a qualcosa. Secondo ulteriori teorie il nome si riferirebbe all’omonimo arcangelo della medicina e della salute, supponendo che sia collegato all’incredibile fisico e salute del superumano.

 

Dal giorno della sua prima apparizione, Raffaele ha ricevuto condanne e minacce in diverse occasioni, in particolare:

  • L’organizzazione “Mamme unite per i giovani” intimò all’H.E.R.O. di costituirsi per i suoi crimini, accusandolo di essere un pericolo e un cattivo esempio per i bambini, e prontamente presentò una petizione di 42 firme alla polizia per spronare il suo arresto;
  • Lo psicologo Ignazio Scovola, ospite del programma televisivo “La mente criminale”, programma che analizza delitti e scandali, diagnosticò al vigilante un caso di disturbo post traumatico da stress da un evento ignoto della sua infanzia, e ipotizzò una tendenza ad imitare persone più popolari e amate di lui come risposta a tutto l’odio ricevuto dal pubblico sulla base dei suoi curiosi atteggiamenti riguardo al canale Herotube “MaxTV”;
  • Lo youtuber “Nimbus92” condannò Raffaele accusandolo di essere “un folle psicotico che sta insultando la memoria di un caro amico” in riferimento alle sue attività sul canale Herotube “MaxTV”;
  • Il Club degli Scienziati Amatoriali di Brescia si espresse riguardo alla natura dei poteri dell’H.E.R.O., affermando con certezza che le emissioni di luce dal corpo del superumano provassero che i suoi poteri erano collegati alla generazione di campi di forza, giustificando così la pelle a prova di proiettile e i violentissimi colpi dell’uomo;
  • Il politico Giuseppe Armenti, rappresentante di un partito che sostiene il controllo degli H.E.R.O.es, ha definito Raffaele come “un terrorista ed un ottimo esempio del perché tutti i mutanti dovrebbero essere controllati e tenuti in sicurezza, per il bene sia loro che dei comuni cittadini”;
  • La psicologa Francesca Rivelisi, interpellata durante un evento per l’informazione a tema H.E.R.O.es, ha fatto notare che l’arcangelo Raffaele è anche patrono degli incubi e delle malattie mentali, proponendo la teoria che i disturbi di Raffaele sarebbero collegati ai suoi poteri, usando come esempio analoghi casi di H.E.R.O.es molto potenti che esibiscono instabilità mentale. La teoria verrà poi scartata da studiosi più esperti nel campo della genetica e dei raggi Z.

 

Come già detto precedentemente, Raffaele è anche uno dei membri del gruppo di vigilanti clandestini degli Eroi Amatoriali, un gruppo di H.E.R.O.es tuttora implicato nell’omicidio multiplo di diversi membri della malavita Romana e in ingenti danni a proprietà pubbliche durante i loro interventi.

Gli Eroi Amatoriali

Avvistamenti

12 febbraio 2014:

  • Attorno alle 2:00 del mattino viene avvistato un H.E.R.O. coperto solo con un velo bianco e dagli occhi scintillanti volare dalle catacombe di Priscilla verso il centro cittadino.
  • Nel pomeriggio vengono visti per la prima volta gli eroi amatoriali al completo uscire dalle catacombe di Priscilla  feriti e coperti di sangue, portando una giovane ragazza anoressica verso un'auto per poi sparire nuovamente. Le ricerche della polizia riveleranno i corpi di circa dieci persone all'interno delle catacombe, tra cui si ritrova il cadavere di Antonio Spigola stesso. Questo evento segnerà anche la prima occasione in cui viene accertata la partecipazione degli eroi amatoriali in un vero e proprio omicidio.

16 febbraio 2014:

  • Nel canale di hero-watching ormai semi-abbandonato del defunto Massimo Fieretti compare un video denominato solo "Messaggio", in cui si sente la voce di Carbanak dare l'ok a Raffaele, prima che questo porti un messaggio di minaccia alla piccola e grande criminalità di Roma. Seguiranno pubblicazioni irregolari di video, principalmente di Raffaele e Carbanak, in cui Raffaele definirà il canale come proprio, occasionalmente definendosi come "Massimo", per poi correggersi. Raffaele verrà più volte accusato di essere folle, un pericolo per il pubblico e un insulto alla memoria dell'originale proprietario del canale Massimo Fieretti, ma l'H.E.R.O. non risponderà mai direttamente alle accuse e critiche.

21 marzo 2014:

  • I coniugi Alberto e Annalisa Fieretti, genitori del defunto Massimo Fieretti, denunciano un furto nella loro abitazione. In seguito all'esame degli agenti, gli unici oggetti rubati sarebbero due fotografie e una collanina di metallo. La signora Fieretti ha espresso molto dolore nel confermare che le foto ritraevano lei e il figlio, e che la collanina stessa apparteneva a Massimo. Alberto Fieretti denuncerà anche danni alla loro proprietà, indicando la porta distrutta e sradicata dai cardini e alcuni ritratti strappati. La polizia ha indicato Raffaele come principale sospettato, in vista del plausibile movente.

8 aprile 2014:

  • Gli eroi amatoriali compaiono brevemente a Milano per ragioni sconosciute, sventando l'attacco di un criminale superumano collaborando con l'H.E.R.O. locale Calibro. In seguito al combattimento, Calibro inviterà gli eroi amatoriali a lasciare la città, ritenendoli un pericolo per la sicurezza dei cittadini. Raffaele reagirà molto male alla richiesta dell'eroe milanese, e dei video lo mostrano chiaramente alzare la voce contro di lui prima di andarsene.

12 marzo 2015:

  • Raffaele interviene in soccorso di Praetorian, vittima di un'imboscata da parte di criminali legati al traffico di Connettore Z.
    Assieme i due H.E.R.O.es ribaltano le sorti dello scontro e danno inizio ad un massacro, mentre le forze dell'ordine bloccano ogni accesso alla piazza in cui si sta svolgendo la battaglia. La sparatoria durerà alcune ore con svariati momenti di stallo, ma alcuni dei momenti salienti tratti dalle telecamere sono:

    • Dopo aver abbattuto diversi criminali, Pretorian è spinto a rifugiarsi dietro un'automobile dall'arrivo di un furgone da cui sporgono due mitragliatori, portando ad una prima impasse di alcuni minuti, prima che il vigilante scatti ad un'altra copertura, proteggendosi con lo scudo;
    • La sparatoria si ferma per alcuni istanti quando un motorino si schianta contro due criminali coinvolti e Raffaele, atterrando, si affianca a Praetorian. I due si scambiano poche parole prima di riprendere il combattimento;
    • Raffaele riesce a fornire copertura a Praetorian grazie alla sua pelle corazzata, sebbene accusi alcuni colpi da arma da fuoco. Approfittando della distrazione, Praetorian scatta di lato e ribalta una delle macchine dei criminali con la sua forza sovrumana;
    • La situazione entra in una nuova fase di stallo quando da un'automobile scende un uomo che, urlando, scatena esplosioni e raggi di energia luminosa dagli occhi, tranciando in due un veicolo abbandonato e mancando di poco Raffaele, che si rifugia immediatamente dietro una parete. I due vigilanti si scambiano poche frettolose parole prima di rifugiarsi in un edificio. Diversi criminali gli corrono dietro;
    • Raffaele appare per un istante dal soffitto di un edificio e scaraventa un pezzo di mobilio verso il criminale superumano, ma questo distrugge l'oggetto con un'esplosione e colpisce con un raggio di luce il petto di Raffaele, che inizia a sanguinare copiosamente. Praetorian salva il compagno di battaglia attirando l'attenzione dei criminali, sparandogli contro con la sua pistola;
    • Dopo alcune ore di veloci combattimenti da un edificio all'altro, momenti di stallo mentre i criminali cercano di riorganizzarsi e due tentativi falliti della polizia di intervenire, Raffaele balza fuori da una finestra e si schianta contro un furgone, attirando il fuoco dei nemici. Prima che il criminale H.E.R.O. abbia modo di reagire, Praetorian gli corre contro comparendo da un edificio poco distante e con un colpo di scudo lo scaraventa contro la vetrina di un negozio, sfondandola. Segue una rapida azione congiunta dei due vigilanti che mette fine al sanguinoso scontro, i pochi superstiti che tentano di scappare vengono intercettati dalla polizia o dal gruppo di vigilanti degli “Eroi amatoriali”, che giunge sul posto.
  • In seguito alla violenta battaglia le forze dell'ordine accerteranno due feriti civili, tre feriti e trentasette morti criminali e almeno cinquantamila euro di danni a edifici, veicoli e proprietà pubbliche.

16 marzo 2015:

  • Poco dopo la mezzanotte vengono segnalati rumori preoccupanti provenire da un magazzino nella zona industriale di Roma. La polizia scoprirà un massacro di almeno una decina di persone, oltre ai resti bruciati di diverse casse di Connettore Z;
    le telecamere a circuito chiuso riveleranno Praetorian e Raffaele come responsabili di una fulminea e violenta retata.

agosto 2017 (data da confermare):

  • Raffaele viene avvistato per pochi momenti mentre scende da un aereo privato in un aeroporto della capitale britannica.
  • Un video-leak apparso recentemente su Herotube pare mostrare un montaggio delle riprese di diverse telecamere di un qualche edificio la cui locazione è tuttora ignota, la videoripresa mostrava Raffaele entrare in una stanza aprendo con la forza un varco dal soffitto, l'H.E.R.O. veniva poi seguito da tre individui, due dei quali sarebbero stati Erroneamente identificati come gli H.E.R.O.es Beast e Praetorian, membri del DND (Department for Non-conventional Delicts). Dalle riprese di un'altra telecamera si vedevano poi Raffaele e i suoi accompagnatori uscire in un corridoio, voltarsi verso una porta blindata ed esaminarla. Il sopracitato Raffaele poi iniziava e colpire la porta blindata a mani nude, incavando la robusta costruzione con la sua forza sovrumana, mentre a questo punto gli altri tre individui uscivano dal raggio visivo della telecamera. Dopo pochi colpi uno dei robusti cardini della porta cedeva e Raffaele piegava il resto della porta verso l'alto per permettere l'accesso e uno dei soggetti, che possedeva fattezze simili a quelle di Praetorian, entrava nella stanza. Un taglio nel video rendeva impossibile stabilire quanto tempo fosse passato, ma a questo punto del video Raffaele sembrava girarsi di scatto e osservare qualcosa dall'altra parte del corridoio, inizialmente pareva arrabbiato e aveva alzato le mani per combattere, poi la sua espressione cambia in spaventata sorpresa, gridava qualcosa e l'uomo entrato precedentemente della sala con la porta blindata balzava fuori, coprendo sé stesso e Raffaele con un grosso scudo circolare. Da questo punto in poi il video si faceva confuso e pieno di disturbi, ma gli ultimi minuti sembravano mostrare Raffaele rialzarsi, coperto di veli di seta e con un alone di luce lungo gli occhi e il corpo, spingere da parte l'individuo con lo scudo e avanzare molto lentamente, un secondo prima della fine del video sembrava che l'H.E.R.O. venisse colpito da un corpo luminoso, ma è possibile che si trattasse di un altro disturbo. Il video, caricato da un profilo appena iscritto a Herotube con dati inesistenti, è stato eliminato dopo soli 20 minuti dal suo caricamento, e tutti i tentativi di ricaricarlo da parte di altri utenti che lo avevano scaricato, su questo e altri siti, sono falliti senza spiegazione.
  • La notte successiva, una figura che verrà identificata da molti come Raffaele verrà avvistata, fotografata e registrata barcollare, apparentemente esausto, per un paesino scozzese, coperto solo con veli di seta nella forma di un mantello, fasce su avambracci e polpacci e una gonnella attorno alla vita molto più lunga del solito; una registrazione fatta durante le 3:30 del mattino in particolare lo riprende notare la telecamera e urlargli contro, per poi sradicare una cassetta della posta e tirarla nella sua direzione, la ripresa si interrompe poco dopo che il cameraman schiva l'oggetto gettandosi di lato e fugge dalla scena.
  • Poche ore dopo l'ultimo avvistamento un'altra testimonianza dichiarerà di aver trovato un uomo svenuto in un campo, coperto solo con la sua tipica gonnella di seta e senza traccia degli altri indumenti. Il testimone affermerà di aver provato ad assistere l'H.E.R.O., non riconoscendolo, ma che quello si è svegliato e, tremante e coperto di sudore, si è messo a barcollare verso il centro del paese.
  • Un'anziana donna denuncerà di essere stata rapinata da, citando testualmente: "Un grosso energumeno biondo con uno sguardo minaccioso e una voce degna di un demonio". l'H.E.R.O. avrebbe chiesto minacciosamente dove poter trovare un telefono, e poi, tramite minacce taciute, avrebbe spinto la donna a consegnargli alcune monete per poter usufruire del telefono pubblico che gli era stato indicato, un'altro testimone confermerà di aver visto un robusto uomo semi-nudo servirsi di un telefono pubblico con non poche difficoltà.

6 ottobre 2017:

  • Poco dopo la diffusione della notizia della scomparsa del DND (Department for Non-conventional Delicts), Raffaele viene avvistato lasciare la città in volo verso nord.
  • Raffaele viene scoperto mentre tenta di oltrepassare il confine italiano, ne seguirà un acceso scontro con le forze dell'ordine;
  • Gli eroi amatoriali intervengono e Lazzaro, leader del gruppo, si mette a parlare con Raffaele, il discorso durerà alcuni minuti ma le forze di polizia del posto vengono convinte a non intervenire per evitare ulteriori danni. La discussione dei due Eroi Amatoriali degenera rapidamente quando Lazzaro inizia a ripetere una precisa parola (Gli esperti stanno ancora tentando di tracciare il labiale di Lazzaro dalle riprese video delle telecamere) e giunge al termine quando Lazzaro tenta di spingere delicatamente indietro Raffaele e questi risponda afferrando l'ex-insegnante e scaraventandolo contro una volante della polizia, Lazzaro sembra rialzarsi, illeso ma stordito.
  • Gli Eroi Amatoriali tentano di collaborare con la polizia per contenere i danni, e le forze dell'ordine sembrano ignorare la presenza del gruppo di H.E.R.O.es clandestini in vista della minaccia.Le forze speciali vengono mobilitate nel tentativo di fermare Raffaele e riescono a tagliargli la fuga grazie ad un rapido schieramento di veicoli corazzati. Viene approvata la proposta di liberare temporaneamente Praefectus.
  • Praefectus arriva sul posto e blocca Raffaele mentre questi è intento a togliersi di dosso reti, dardi sedativi e punte di taser. Lo scontro che ne segue è tanto violento quanto ci si può aspettare da una rissa tra uomini potentissimi e invulnerabili, eppure sembra incostante: forse per i sedativi o per ulteriori ragioni, Raffaele sembra esitante nel combattere Praefectus, e lo stesso sembra dubbioso, forse notando questa esitazione. L'altalenante lotta si ferma quando Raffaele grida qualcosa al membro della League For Europe e questo, con aria confusa e sospettosa, sembra avvicinarsi a Raffaele rispondendo. Il dialogo dura poche battute e l'iniziale aria di calma viene interrotta bruscamente quando Raffaele si afferra la testa, iniziando a urlare e venendo avvolto da bagliori luminosi e vesti di seta, gli Eroi Amatoriali sembrano particolarmente allarmati e intervengono correndo incontro a Raffaele. Praefectus arretra e, confuso, si mette in guardia preparandosi ad un altro combattimento. Raffaele interrompe le sue inquietanti grida quando un velo di seta gli copre il volto, e apparentemente senza esitazione solleva i pugni chiusi contro i restanti Eroi Amatoriali. Praefectus scatta in avanti volando e colpisce Raffaele con un diretto in pieno volto che però non sembra sortire alcun effetto, certamente per via della paralisi imposta in quel momento dal Dottor RB.
  • L'intervento disperato del Dottor RB mette definitivamente fine al chaos quando questi punta la mano contro Raffaele, immobilizzandolo e obbligandolo ad arretrare. In risposta al tentativo delle forze speciali di arrestare il pericoloso H.E.R.O., Carbanak creerà una parete d'ombra che incredibilmente si rivelerà anti-proiettile, permettendo al gruppo una repentina fuga che le forze dell'ordine non riusciranno a fermare. Gli investigatori ipotizzano tutt'ora la partecipazione di un H.E.R.O. teletrasportatore o dell'assistenza di agenti corrotti.
  • Praefectus, chiaramente interdetto e dubbioso riguardo gli ultimi eventi, si consegna ad un gruppo di agenti perché lo riportino in carcere. Prima che gli vengano rimesse le manette è possibile vedere Praefectus scuotere la mano destra e, sebbene queste azzardate ipotesi verranno immediatamente smentite da fonti ufficiali, alcuni utenti approfitteranno dell'innocente gesto per diffondere l'idea che Praefectus potrebbe effettivamente essersi fatto male colpendo con il pugno la pelle di Raffaele.

Commenti

Sono ancora vivo.

Raffaele


Devi essere loggato per poter lasciare un commento

Omaggio a #URBANHEROES realizzato da Alessia Ricci

V. 1.0.9