Info H.E.R.O.es

Fan base:L'Uomo Atomico è conosciuto in tutto il nord e centro-Italia, sebbene in pochi si definiscano effettivamente suoi fan.
Nazionalità:italiana
Nome:Corrado Zampolo
Età:46 anni
Altezza:1,68 m
Stato attuale:vivo e attivo
Segni Particolari:

L'Uomo Atomico è stato visto considerevoli volte alla guida di una panda usata del 1980 di colore azzurro. L'utilizzo di un veicolo fa pensare che l'Uomo Atomico non sia dotato di poteri che facilitano lo spostamento, sebbene il Club degli Scienziati Amatoriali di Brescia ritenga invece che l'auto si tratti solo di un lusso, affermando quindi che il suo utilizzo non prova l'incapacità del signor Corrado di volare, teletrasportarsi o utilizzare simili poteri di spostamento.

Nonostante l'Uomo Atomico abbia in passato affermato di essere nato a Chernobyl, esistono prove che egli abbia in realtà vissuto come Corrado Zampolo, dalla nascita fino a quarant'anni, nel comune di Cremona. Il Club degli Scienziati Amatoriali di Brescia ha teorizzato che, se Zampolo fosse effettivamente un avatar divino come precedentemente teorizzato dal club stesso, l'Uomo Atomico potrebbe aver sperimentato molteplici vite in un eterno ciclo di reincarnazioni, giustificando la sua dichiarazione di essere nato in molteplici luoghi diversi.


Poteri

Corrado Zampolo afferma di essere dotato di devastanti capacità, da lui denominate "poteri atomici". Grazie al suo perfetto controllo degli atomi, l'Uomo Atomico è dotato di superforza, della capacità di sparare raggi fatti di radiazioni invisibili dagli occhi e di sapere sempre quando i suoi interlocutori mentono. In caso di necessità, l'Uomo Atomico può farsi detonare in un'esplosione nucleare da mille megatoni (10 volte più potente della Bomba Zar), ricomponendo interamente il proprio corpo in un secondo momento.

l'Uomo Atomico ha inoltre spiegato di essere dotato di una capacità chiamata dallo stesso lo "scoppio da morto". Se mai l'Uomo Atomico dovesse morire, la sua capacità di farsi detonare in una super-bomba atomica verrebbe attivata automaticamente dall'interruzione della sua attività cerebrale, rendendo assolutamente infattibile ogni piano per fermarlo che preveda il suo decesso.

Non si sa, sebbene sia ritenuta una certezza da molti, se l'Uomo Atomico sia dotato di ulteriori poteri oltre a quelli elencati.


Immagini

Una caricatura dell'Uomo Atomico, fatta da un artista anonimo.

“Grazie per i soldi, merdacce! Colgo l’atomo fuggente!”

-L’Uomo Atomico, scappando dalla sua ennesima rapina-

L’Uomo Atomico, identificato dalle autorità come il quarantenne Corrado Zampolo, è un criminale H.E.R.O. attivo soprattutto nel nord italiano. L’Uomo Atomico è stato qualificato tra i primi posti nella classifica degli H.E.R.O.es più pericolosi della penisola dalle riviste di gossip “Terra Z oggi”, “H.E.R.O.es secret life” e “Z-Files, tutto quello che il governo non dice sui gene-Z”. Questa posizione è considerata ben meritata da molti, visto l’enorme potenziale distruttivo di cui Zampolo è dotato.

L’Uomo Atomico è responsabile per un notevole numero di infrazioni, perlopiù rapine, compiute in maniera perlopiù indisturbata grazie al forte peso delle sue minacce. Al giorno d’oggi, solo tre delle sue rapine sono state sventate, della quale solo una si è conclusa con l’effettivo arresto di Zampolo, che però è stato in grado di sfuggire alle forze dell’ordine solo poche ore dopo.

 

Sebbene l’origine dei poteri dell’Uomo Atomico sia ancora materia di studi, in molti degli interessati sono convinti che il signor Zampolo sia un H.E.R.O. divino, vista la sua pericolosità. Il Club degli Scienziati Amatoriali di Brescia ha guadagnato un certo successo con la loro teoria, secondo la quale l’Uomo Atomico non sia altro che l’avatar dell’apocalisse, del Dio abramitico, di Satana o di tutti questi messi assieme. Sebbene l’Uomo Atomico non abbia mai apertamente confermato questa teoria, le sue parole in merito, concesse durante un’intervista nel corso di una rapina, lasciano dedurre che ci sia un fondo di verità:

“Ebbé, che volete che vi dica? Io sono atomico, cioè, sono l’Uomo Atomico, ho i poteri delle bombe. Se poi… se poi c’è Dio di mezzo che m’ha fatto tipo: ‘Uè Corrado, pigliati i poteri qui che ora fai la bomba’. Se a me m’ha detto questo, io non ve lo posso dire, che se c’ho Dio sopra che mi guarda mica lo posso fare incazzare, no? Guarda che c’ho Gesù bebè che è amico mio.”

-“Uomo Atomico: la seconda venuta?”, articolo a cura di P. Santoni

è invece stata presa una posizione ben diversa, sebbene meno credibile, da Carlo Cotto, esperto di H.E.R.O.es e radiazioni Z, dotato di molteplici titoli di studio in materia. In un articolo della rivista “La Scienza nel Mondo”, il dottor Cotto afferma:

“Ritengo che le minacce dell’autoproclamato Uomo Atomico non siano fondate e si tratti di menzogne atte a facilitare il compimento dei suoi crimini. Fino ad oggi, non c’è stata alcuna effettiva prova che il signor Zampolo sia davvero dotato di alcun potere, se non che egli stesso afferma di averne. Mi sembra inoltre doveroso far notare che il signor Zampolo è stato notoriamente accusato e giudicato colpevole di diversi reati minori, con l’aggravante di mentire spesso e volentieri ad ogni sorta di autorità, durante tutta la sua precedente carriera di imbianchino. credo fermamente che la cosa più ragionevole da fare al riguardo sarebbe fare uso di un contatore Shepard per determinare una volta per tutte se ciò che l’Uomo Atomico afferma sia la verità o un imbroglio, atto a sfruttare la nostra paura nei confronti di tutti gli H.E.R.O.es.”

-Dr.Carlo Cotto, “I giusti dubbi sull’Uomo Atomico”. Articolo a cura di un giornalista anonimo

I sospetti del signor Cotto sono stati per la maggior parte ignorati o criticati negativamente, essendo non solo considerati un atto di provocazione estremamente rischioso, viste le capacità distruttive dell’H.E.R.O., ma anche supportati da prove generalmente considerate deboli e e facilmente dimostrabili come false dall’opinione pubblica, come provato dalle seguenti dichiarazioni, fatte da anonime ma affidabili fonti e dall’Uomo Atomico stesso:

“Ma non è vero che non ha mai usato i poteri! Una volta ha fatto una rapina in posta vicino a casa mia e mi ha tirato un pugno e… e faceva malissimo, proprio come le radiazioni. Mi è pure caduto un dente dopo! Cioè, nessuna persona… nessun essere umano fa così male con un pugno.”

-Anonimo

“Il signor Cotto, e dico signore perché secondo me quello non è mica un vero dottore… insomma, non ci si può fidare di lui. Se ne va in giro con i gene-Z! E se poi lo attacca ai bambini?”

-Anonimo

“Ma… ma queste prove che l’Uomo Atomico non li ha mica i poteri… ma dove sono? Dove le ha trovate questo? Cioè, mi puzza un po’ che nessuno qui dice nulla e poi dal nulla salta fuori qualche furbetto che inizia a tirare fuori certe idee.”

-Anonimo

“Bella coincidenza che l’unico a tirare fuori queste prove finte sia un dottore pagato dal governo.”

-Anonimo

“Sessanta milioni di Italiani non possono sbagliarsi! Carlo Cotto mente!”

-Anonimo

“Non mi credete? Ma volete che esplodo? Guarda che io sono nato a Chernobyl!”

-l’Uomo Atomico

Avvistamenti

  • 6 maggio 2017: l'Uomo Atomico fa la sua prima comparsa in una banca di Cremona, minacciando di farsi esplodere con i propri poteri atomici. Dopo diverse ore di stallo, la polizia concederà all'H.E.R.O. di andarsene con la refurtiva. Il piano di neutralizzare il criminale tramite cecchino viene annullato dopo la scoperta del suo "scoppio da morto", così chiamata dall'H.E.R.O. stesso.
  • 8 maggio 2017: la polizia conclude l'identificazione dell'Uomo Atomico, scoprendo la sua identità segreta di Corrado Zampolo. Viene mandata una squadra armata della Polizia di Stato alla residenza dell'H.E.R.O., che sono però costretti a ritirarsi in seguito alle minacce di Zampolo di farsi esplodere.
  • seguono diversi furti e rapine in diversi paesi lombardi, fino alla fine del gennaio 2018.
  • 24 gennaio 2018: durante una rapina in una banca di Leno, Zampolo inciampa e cade dalle scale all'entrata della banca. Bestemmiando e zoppicando, il criminale si dirige verso la propria macchina, portando con sé solo le poche centinaia di euro rubati che aveva con sé al momento della caduta.
  • 10 febbraio 2018: la rapina fatta per strada di un gruppo di giovani viene lasciata incompiuta per ragioni sconosciute. La sera dello stesso giorno, dei testimoni affermano di sentire una sonora bestemmia, riconducibile al signor Zampolo, nei dintorni di Piazza Duca d'Aosta.
  • 26 febbraio 2018: l'eroe milanese Calibro interviene per trattare con l'Uomo Atomico, durante un tentativo di quest'ultimo di derubare un negozio di tabacchi locale. Dopo un lungo discorso sul bene e il male da parte del vigilante, Zampolo viene colpito in testa e soffocato fino allo svenimento da Yokai, compagna di squadra di Calibro. Il criminale viene caricato su un'auto della poliza, con il piano di portarlo in ospedale e mantenerlo in uno stato di incoscienza, ma viene liberato lungo la strada in seguito al suo inaspettato risveglio, dopo il quale Zampolo ha minacciato di farsi esplodere.
  • 1 marzo 2018: l'Uomo Atomico viene avvistato lungo la strada per Mantova, apparentemente intento a riparare -con scarso successo- un guasto della sua vettura.

Commenti

Oh, se la gente crede a sta stronzata merita di essere rapinata.

Carbanak


Devi essere loggato per poter lasciare un commento

Omaggio a #URBANHEROES realizzato da Alessia Ricci

V. 1.0.9